Cosa Devi Sapere Se Hai Mal Di Schiena

come trattare la schiena
Foto di schiena di donna Hadis Safari su Unsplash

4 Punti Fondamentali Per Gestire Il Tuo Mal Di Schiena

Indipendentemente da quale sia la tua specifica patologia di schiena, è necessario che tu sia a conoscenza di informazioni che saranno la base sulla quale fondare il lavoro specifico da svolgere.

Foto di 
Rashtravardhan Kataria su 
Unsplash la conoscenza

1. Conoscenza

Conoscere come è fatta e come funziona la colonna vertebrale è una priorità.

Troppo poca importanza viene riservata alla conoscenza di come siamo fatti e quali sono le funzioni specifiche di una parte del nostro corpo.

Spiegazioni semplici e riferimenti iconografici, permettono di avere mentalmente ben chiaro, anatomicamente parlando, in quale parte specifica del corpo sia ubicato il problema, e dove andare a lavorare per risolverlo.

Mostrare con dati e immagini come è forte e delicata allo stesso tempo la nostra colonna vertebrale, rende consapevole chi soffre di mal di schiena, che deve essere rispettato il compito che spetta a questa parte del corpo, durante le attività quotidiane.

L’ insegnamento, sotto la veste della formazione teorica , rimane ancora l’aspetto più scarso e meno tenuto in considerazione, in un programma di educazione all’ utilizzo corretto della schiena.

Le conoscenze e lo studio di queste informazioni, che spetta al terapista trasmettere, in maniera leggera e piacevole, permetterà di evitare quei movimenti, la cui esecuzione scorretta, innesca il meccanismo che produce dolore.

2. Educazione posturale

La postura = posizione, è espressione del modo in cui ci posizioniamo con il nostro corpo nello spazio, quale risposta a stimoli fisici, emotivi, psichici dell’ambiente che ci circonda.

Ne consegue che la postura manifesta il nostro stato di benessere o di malessere.

Imparare a lavorare sulla postura, significa acquisire consapevolezza del nostro corpo.

Significa saper interpretare le risposte del nostro organismo agli stimoli esterni, portandoci più vicini al raggiungimento di un benessere di cui siamo gli autori ed esecutori principali.

Tutto ciò si concretizza nella capacità di controllare e conseguentemente proteggere la nostra colonna vertebrale.

Controllo e protezione sono le conquiste che spalancano la porta al più alto e complesso obbiettivo da perseguire se soffri di ma di schiena ( ma anche se vuoi evitare di soffrirne ) : l’uso corretto della colonna vertebrale nella vita quotidiana !

Sai perchè ?

Perchè la maggior parte dei dolori alla schiena, nell’ 80% dei casi , sono frutto del nostro MAL AGIRE !

Ci pieghiamo con il busto per raccogliere un oggetto, piuttosto che con le ginocchia.

Ruotiamo il busto per prendere qualcosa dietro di noi, piuttosto che girarci con tutto il corpo.

Abbracciamo i nostri bambini staccandoli con le braccia e la schiena , piuttosto che con le gambe e le braccia.

Passiamo l’aspirapolvere pigandoci in avanti piuttosto che fare gli affondi con le ginocchia.

E potrei continuare a lungo.

La verità é che non sappiamo come si fanno i movimenti corretti !

3. Uso corretto della schiena

Controllare e proteggere la schiena ci permette di utilizzarla nella massima sicurezza.

Ogni gestualità quotidiana si svolgerà utilizzando le capacità e le risorse delle componenti muscolari e articolari della parte specifica del corpo deputata a quel movimento, e non altre.

Ciò si traduce in un notevole RISPARMIO ARTICOLARE, MAGGIORE RESISTENZA ALLO SFORZO, SALVAGUARDIA DELLE CARTILAGINI .

Seppur la natura non ci avesse dotati di una schiena perfetta, il suo utilizzo corretto ci permetterebbe di condurre una qualità di vita dignitosa.

Non meno importante, la possibilità di contenere la progressione dell’ artrosi , che accelera quando un’articolazione viene sovraccaricata e mal utilizzata.

Tutti i tuoi gesti avranno una nuova vita, che si fonda sulla giusta ergonomia del movimento :

  • leggere seduti sul divano
  • lavorare alla scrivania
  • lavorare in piedi
  • dormire
  • lavarsi il viso
  • fare le faccende domestiche
  • abbracciare i bambini
  • portare la spesa
  • guidare l’auto
  • fare giardinaggio
  • ballare
  • prendersi cura degli anziani
  • andare in bicicletta
  • ecc….

4. Rilassamento

Tutti ne parlano, pochi lo fanno !

Sarebbe invece una grande risorsa per il benessere della nostra schiena.

E’ si , perché ansia, stress, paura, negatività, problemi economici, preoccupazioni, insoddisfazioni, stanchezza, sono fattori che incidono profondamente sulla salute della nostra schiena, sia da un punto di vista di insorgenza del dolore che di compromissione funzionale.

Per praticare il rilassamento occorre estraniarsi.

Entrare in un tempo, che tempo non ha.

Possono essere dieci minuti, un’ora o cinque minuti.

Non conta quante volte la lancetta dell’orologio compie un giro completo, quanto la tua capacità di collegare la tua mente con il centro della tua anima.

Attraverso la meditazione, che ognuno sceglie di svolgere con una modalità preferita, ci si riconnette con e alla propria Essenza.

La mente si libera di pensieri disturbanti, negativi, loop mentali che riportano sempre nello stesso punto.

Attraverso la meditazione si raggiunge uno stato di rilassamento che ha effetti fisiologici enormi.

Rallenta il battito cardiaco, aumenta la percezione del proprio corpo, si allentano le TENSIONI MUSCOLARI, grandi responsabili di tanti dei dolori della nostra schiena.

Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura. Se conosci te stesso ma non il nemico, le tue probabilità di vincere e perdere sono uguali. Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in ogni battaglia

Sun Tsu nel libro ” L’arte della guerra ”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
CIAO, SONO PETRA

CIAO, SONO PETRA

Sono fisioterapista,
appassionata della " buona medicina " , amante dei fiori e degli animali.

Aiuto le donne a trovare la soluzione al MAL DI SCHIENA, attraverso un percorso da applicare in ogni attività quotidiana , eliminando le cause che generano, mantengono , o aggravano il problema.

E sarà l'inizio di una nuova vita !

Continua a leggere

Altri articoli